Il Carnevale emerge in estate

Le feste più popolari di Las Palmas de Gran Canaria conquistano per la prima volta le strade nel periodo estivo, con tre giorni di intense celebrazioni, concerti e sfilate

 
 
 

Il Carnevale di Las Palmas de Gran Canaria è inarrestabile: ha resistito agli anni più duri della pandemia, alle restrizioni della capienza e atti popolari, agli ostacoli più insospettati. Ora torna nelle strade. La festa più affollata della città, Festa d’Interesse Turistico Nazionale (con vocazione di essere dichiarata d’Interesse Turistico Internazionale), tornerà a vivere la sua parte più vivace e spensierata nel mese di luglio: i giorni 1, 2 e 3 i mascaritas torneranno ad essere i padroni dei festeggiamenti con il pubblico mascherato, all’aperto e nelle vie principali della capitale grancanaria.

È la prima volta che il Carnevale si festeggia in estate. Non era mai successo prima, ma la crisi sanitaria ne è la causa. Nell’ultima edizione, in questo stesso inverno del 2022, la festa ha organizzato i suoi gala e concorsi nel Parque Santa Catalina, ambientati nell’argomento «El Carnaval de La Tierra». Qui sono stati premiati  la Regina, il Drag Queen, le migliori murgas e comparsas, la Gran Dama e la Regina Infantile. Non sono mancate le chirimurgas, gli eventi per i più giovani e una festa d’addio in cui fu annunciato lo storico avvenimento.

 

Sfilata dei premiati e gruppi del Carnevale

A febbraio è stato annunciato il Carnevale d’Estate. Venerdì 1 luglio sarà il primo giorno del carnevale estivo a Las Palmas de Gran Canaria. Il Castillo de La Luz è una fortezza iconica dove la città si difendeva dall’assalto dei corsari (come Sir Francis Drake) ed anche la sede attuale della Fundación de Arte y Pensamiento Martín Chirino (lo scultore universale nato in città): da lì nel quartiere della Isleta (culla del Carnevale), partirà alle ore 19:00 la Sfilata dei premiati e dei gruppi del Carnevale. Non mancheranno Daniela Medina, la Regina; o il Drag Vulcano, Drag Queen del Carnevale 2022. La sfilata arriverà fino alla nuova zona commerciale aperta della Avenida Mesa y López, non lontana dal Parque Santa Catalina.

Qui il «Carnevale de La Tierra», con uno spirito decisamente conservatore nel suo ambientamento, continuerà con la sua particolare edizione estiva con una festa musicale in diversi punti della città. Prima con DJs, dalle ore 21:30 nella piazza España. Dopo, con il Carnevale Latino, in omaggio a Celia Cruz e Juan Luis Guerra, a partire dalle ore 22:00, nel palcoscenico dello stadio Insular: non bisogna dimenticare che la capitale grancanaria possiede una lunga tradizione per la salsa ed i ritmi latini ed è solita rispettare questa tradizione.

 

Grande Cavalcata

Sabato 2 luglio la città tornerà a vivere la sua Grande Cavalcata del Carnevale, che partirà di nuovo dal Castillo de La Luz. Stavolta alle ore 17:00. Sarà un tragitto lungo e festivo con le carrozze da protagoniste, fino al loro arrivo al Parque San Telmo. Ogni anno la cavalcata è la giornata più intensa del Carnevale nelle strade. Quest’anno però succede in estate.

 

Quattro palcoscenici

Domenica 3 luglio le batucadas passeranno per le ramblas Mesa y López dalle ore 12:00, in compagnía delle comparse colorite, che sono indispensabili nei festeggiamenti. E dalle 13:00 alle 20:00 si farà il Carnevale de Dia (carnevale di giorno) in Quattro palcoscenici situati nella zona Puerto della città. Nella Plaza de España, il parco del vecchio stadio Insular (vicino allá spiaggia di Las Alcaravaneras), il Parco Santa Catalina (palcoscenico principale e cuore del Carnevale) e nella Plaza de la Música, assieme all’Auditorio Alfredo Kraus, proprio nella zona più surfista della spiaggia di Las Canteras.

Molta musica in diversi formati e stili ambienteranno questa festa più speciale che mai in città: per le date e per una programmazione che concede protagonismo a diversi luoghi nel suo centro urbano.

 

Entierro de la Sardina (funerale della sardina)

Alla fine il Carnevale fa il saluto finale fino al 2023. Lo fa con il tradizionale Entierro de la Sardina (funerale della sardina), la sfilata in cui le vedove accompagnano il pesce dal Parque Santa Catalina fino a Las Canteras, dove sarà bruciato in mare con uno spettacolo sempre vistoso di fuochi artificiali. Nella stessa spiaggia proprio alcuni giorni fa si festeggiava, nella Notte di San Juan, il 544 anniversario della città, anche stavolta con una spettacolare pirotecnia. In precedenza questi due festeggiamenti non erano stati mai così vicini nel calendario. E il Carnevale non aveva mai dimostrato con tanta forza la sua capacità per resistere.